Seguici su Facebook Abbonati ai feed RSS

Bando triennale a sportello per il cofinanziamento di attività imprenditoriali nei territori dei comuni delle aree geotermiche toscane triennio 2018/2021 – Annualità 2018

BANDO TRIENNALE A SPORTELLO PER IL COFINANZIAMENTO DI ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI NEI TERRITORI DEI COMUNI DELLE AREE GEOTERMICHE TOSCANE TRIENNIO 2018/2021 – ANNUALITA’ 2018.

Il bando prevede il cofinanziamento di attività imprenditoriali nei territori dei comuni geotermici sottoscrittori dell’Accordo Generale per la Geotermia per assegnazione di incentivi volti a finanziare progetti di investimento produttivi da parte di imprese ivi localizzate.

Il bando, a sportello, resta valido per il triennio a partire dalla data di prima pubblicazione dell’avviso e fino al 31 ottobre 2021, salvo esaurimento dei fondi disponibili e fatti salvi eventuali rifinanziamenti.

Il programma di investimento deve essere realizzato entro 18 mesi.

Saranno finanziate le seguenti tipologie di investimento:

  • Ristrutturazione di immobili strumentali all’attività di impresa
  • Realizzazione o acquisto di edifici destinati ad attività produttive (per un valore di spesa ammissibile non superiore al 20% del valore di acquisto)
  • Rinnovo di macchinari, attrezzature e relativo adeguamento di impianti
  • Acquisto di automezzi per il trasporto di cose, funzionali all’esercizio delle attività di cui alla certificazione della Camera di Commercio
  • Acquisizioni di marchi e brevetti registrati e riconosciuti da Enti terzi
  • Spese per innovazioni di prodotto o di processo
  • Avvio nuove imprese
  • Leasing di attrezzature con patto di acquisto, limitatamente alle rate quietanzate nel periodo di validità del contributo

I progetti dovranno prevedere obbligatoriamente incremento occupazionale, che dovrà essere dichiarato e, successivamente, dimostrato dal proponente.

I progetti presentati dovranno essere cantierabili al momento della presentazione della domanda.

Saranno finanziabili progetti già avviati nel corso del 2018 (le spese relative saranno ammesse a contributo solo se sostenuto dopo il 02/01/2018).

I beneficiari di questo bando sono le imprese con sede in uno dei comuni geotermici. In ogni caso gli investimenti finanziati con il presente bando dovranno essere installati/ubicati nella sede/nelle sedi operative ubicate in uno dei comuni geotermici sottoscrittori dell’Accordo generale sulla Geotermia.

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo in conto capitale, calcolato come unica percentuale delle spese, pari al 30% delle spese di progetto. Tale percentuale è aumentabile di un ulteriore quota in corrispondenza di una o più delle condizioni di premialità riportate più avanti.

I progetti dovranno prevedere un ammontare minimo di spese rendicontabili pari a 50.000,00 €.

Il contributo massimo riconoscibile, nel rispetto delle normative vigenti sugli aiuti di stato e delle regole del “de minimis” non potrà comunque superare i 200.000,00 €.

La dotazione finanziaria iniziale, al 30 settembre 2018 è pari a € 1.000.000,00 (euro unmilione/00). Tale dotazione prevede il rifinanziamento qualora risorse aggiuntive si rendessero disponibili.

Al 30% di contributo massimo previsto, potrà essere riconosciuta una quota aggiuntiva (fino ad un massimo del 15% ulteriore) qualora ricorrano una o più delle seguenti condizioni:

  • Incremento occupazionale: 1% di contributo aggiuntivo per ogni ulteriore (rispetto alla prima obbligatoria ai fini dell’ammissibilità) ULA (o frazione) assunta, (max 5%);
  • Occupazione femminile: 1% di contributo aggiuntivo se fra gli occupati addizionali saranno previste donne
  • Occupazione giovanile: 1% di contributo aggiuntivo se fra gli occupati addizionali saranno previsti giovani al di sotto dei 35 anni
  • Imprese guidate da giovani/donne: 1% di contributo aggiuntivo se più del 50% del capitale societario è detenuto da donne/giovani
  • Progetti che comportano miglioramenti ambientali significativi: 1% di contributo aggiuntivo
  • Progetti che comportano il ricorso al Fondo di Garanzia CoSviG (con gestione affidata a FidiToscana): 3% di contributo aggiuntivo
  • Progetti afferenti a specifiche filiere produttive di interesse, max 3% di contributo aggiuntivo, e in particolare:
    • Filiera per la produzione di energia da fonti rinnovabili
    • Progetti che comportano risparmio energetico (con una riduzione dimostrabile dei consumi energetici rispetto alla gestione pre-investimento o alle attrezzature sostituite non inferiore al 20%).
    • Valorizzazione progetti di serricoltura e per la produzione di alghe

Ai fini dell’ammissione al contributo, l’impresa interessata è tenuta ad inoltrare la domanda utilizzando l’apposita modulistica. Allegati disponibili nella pagina web e scaricabili (a partire da lunedì 1 ottobre 2018) degli interessati al link:
http://www.distrettoenergierinnovabili.it/der/s/cosvig/bandi-cosvig/incentivazione/2018_10_01%20Bando%20Imprese%203ennale%20Ann%202018/

oppure, alternativamente al seguente link breve: https://bit.ly/2xF9N6n