Seguici su Facebook Abbonati ai feed RSS

Le Notti dell’Archeologia – 7 luglio 2016 Castello Aldobrandesco

“MONDI RURALI IN TRASFORMAZIONE” L’ARCHEOLOGIA DELL’AMIATA MEDIEVALE TRA X E XIII SECOLO IN UNA CONFERENZA

Giovedì 7 luglio al Castello Aldobrandesco si parlerà di Medioevo

Ad illuminare le notti dell’Archeologia ad Arcidosso, sarà il medioevo. Giovedì 7 luglio, nella suggestiva cornice medievale del Castello Aldobrandesco (sala conferenze), a partire dalle ore 21 saranno presentati i primi risultati delle ricerche condotte dalla cattedra di Archeologia Medievale dell’Università di Firenze negli anni 2012 – 2015.

Si tratterà di una conferenza pubblica dal titolo “Mondi rurali in trasformazione” e che vedrà l’introduzione di Adriano Crescenzi, assessore alla Cultura del comune di Arcidosso e il coordinamento dei lavori da parte di Paola Rendini, funzionario responsabile della Soprintendenza Archeologica per la Toscana, Guido Vannini, ordinario di archeologia medievale dell’Università di Firenze e Michele Nucciotti, direttore delle attività archeologiche sul Monte Amiata per l’Università di Firenze.

Le relazioni saranno affidate allo stesso Nucciotti che parlerà dei “Mondi rurali in trasformazione: verso una storia archeologica dell’Amiata medievale”, a Marianna De Falco e Laura Torsellini, “La Trasformazione del paesaggio rurale attorno a Stribugliano: gli scavi di Castel Vaiolo e Podere La Pieve (secc. X-XIV). Proseguiranno Teresa Cavallo con la relazione dal titolo “Santa Fiora di Noceto. Gravilona e Castel del Piano: il ruolo degli Aldobrandeschi nella trasformazione del popolo amiatino (sec. XI) e Ambra Ulivieri “Conoscere gli amiatini del medioevo: primi risultati delle ricerche archeo-antropologiche sulle deposizioni medievali individuate nel Comune di Arcidosso (sec. XII – XV).
unnamed